Home Page - englishHome Page - italiano

 Danni subiti


 

Indietro/back

 

SCUFFIATI!  Parte 3, I DANNI SUBITI
 


Shaula arranca verso la banchina di Shelter Bay, due giorni dopo l'incidente.
Siamo esausti e preoccupati di non poter fare le riparazioni in tempo per il passaggio del Canale di Panama.


I DANNI:

I danni subiti sono stati causati da tre fattori diversi:

1) l'impatto con l'acqua ad alta velocitÓ:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(A sinistra) la capottina completamente distrutta e (a destra) le crocette piegate con le sartie in bando

 

- crocette di dritta e relative piastrine di attacco piegate

- candelieri di dritta piegati

- capottina strappata e intelaiatura di supporto piegata (sostituita)

- timone a vento piegato, pala di legno spezzata

- telo paraspruzzi di dritta strappato

- asta della bandiera spezzata

- attacco dello strallo in testa d'albero spezzato (scoperto solo a fine crociera!)

- antenna VHF in testa d'albero incrinata (si Ŕ spezzata mesi dopo)

- porte delle cabine sfilate dai cardini

- una batteria Ŕ stata danneggiata dal capovolgimento (sostituita)

 

 

 


Il rigger al lavoro per riparare le crocette piegate            

2) oggetti persi in mare:

- Baby!  (no, lei l'ho recuperata!)

- pagliolo del pozzetto

- taniche di carburante sul lato di dritta

- cuscini del pozzetto

- borsa porta-cime lato di dritta

- oggetti vari dalle tasche del pozzetto (torce elettriche, maniglie winch, ecc.)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

3) oggetti allagati o finiti sott'acqua:

- motore fuoribordo (irreparabile, sostituito in Australia)

- interruttori automatici del quadro elettrico (sostituiti)

- trasduttore anemometro in testa d'albero (sostituito)

- centralina allarme uomo-a-mare (sostituita)

- centralina telecomando autopilota (sostituita)

- binocolo (rimasto a mollo per ore, si Ŕ formata muffa sulle lenti)

- GPS di rispetto (allagato, ha continuato a funzionare!)

- PC notebook (sostituito)

- Pocket-PC con GPS (sostituito)

- centralina gestione carica batterie (sostituita)

- VHF palmare (morto, non sostituito perchŔ riserva giÓ presente a bordo)

- modem Pactor (morto, rimpiazzo avuto in prestito da un'altra barca)

- carte nautiche e Pilot Books (bagnati, danneggiati ma quasi tutti usabili)
 

IL COSTO:

Non lo so!   In effetti, non avevo mai fatto un elenco prima d'ora, e non tutte le riparazioni sono state effettuate in una sola volta, sia per ragioni economiche e sia perchŔ certe parti si sono guastate successivamente o c'Ŕ voluto tempo per trovare dei rimpiazzi.

Da un calcolo molto a spanne avremo speso all'incirca 10.000 Euro solo di spese vive per l'acquisto di parti di ricambio, senza contare la manodopera, visto che ho fatto la maggior parte delle riparazioni io stesso.
 

ASSICURAZIONE?

Naturalmente, eravamo assicurati contro ogni evenienza, incluso la perdita totale della barca, ma alla fine non abbiamo chiesto il rimborso all'assicurazione per due motivi:

1) pur essendosi dimostrati pronti a semplificarci al massimo le cose, l'assicurazione avrebbe voluto vedere ed approvare dei preventivi prima di autorizzare i lavori: noi avevamo pochi giorni per mettere la barca in condizioni di passare il Canale, e poi meno di una settimana prima della partenza per le Galapagos (dove avevamo prenotato una crociera nelle isole).   Dovevamo tassativamente procedere in pochi giorni!

2) tra l'ammontare della franchigia e quello del bonus-sconto che avremmo perso al successivo rinnovo della polizza, si andava molto vicini al preventivo iniziale di spesa, per cui abbiamo deciso di lasciar perdere, e procedere alle riparazioni in autonomia.   Purtroppo alcuni guasti si sono materializzati in un secondo tempo, ma ormai era troppo tardi.

 

RIPRENDETE LA LETTURA DEL VIAGGIO AL CAPITOLO "GALAPAGOS"
 

 

Webmaster: Gianfranco Balducci - email: gfbalduc@tin.it

Last Update: 21/09/2014

The Shaula4 website (text and images) by Gianfranco Balducci is licensed under a
 Creative Commons by-nc-nd/3.0/ Attribution - Non commercial - No derivative works 3.0 Unported License